Sicurezza dell’anziano a casa da solo: che cosa fare

Quando si opta per tenere in casa una persona anziana che non è più autosufficiente, ci sono delle accortezze da avere per poter esser certi della sua sicurezza.

Una presenza costante

La prima cosa da fare per un anziano che non va in casa di riposo ma sta a casa sua è predisporre un’assistenza costante. Ci sono diversi modi per far sì che una persona in là con l’età non resti da sola. Anzitutto, c’è la famiglia che può organizzarsi con dei turni per le ore che non sono coperte. L’assistenza domiciliare di una badante Roma Nord aiuta moltissimo in questi casi perché si occupa della persona non autosufficiente per anche 8 ore al giorno. Il resto può esser coperto dai famigliari oppure a da un’altra badante che si alterna alla prima.

Installare il corrimano

il corrimano è un grandissimo aiuto per una persona anziana che sta in casa con la badante Roma Nord per fornirgli assistenza. Il corrimano va messo in certi punti della casa come il bagno o il corridoio. Sono fa valutare altri eventuali punti in cui installarlo per aiutare la persona ad alzarsi e sedersi da sola, altrimenti ogni volta c’è necessità che qualcuno intervenga per spostare la persona non autosufficiente che vuole alzarsi.

Eliminare i tappetti

I tappetti sono un rischio per una persona anziana, soprattutto se ha difficoltà motorie agli arti inferiori. Il tappeto facilita la caduta, infatti. Tutti i tappetti di casa sono da eliminare perché possono far scivolare. Anche il tappettino in bagno è un pericolo inutile che può far cadere l’anziano.

Indossare le scarpe da ginnastica

Anche in casa è sempre utile che una persona anziana, soprattutto se ha difficoltà motorie, indossi le scarpe da ginnastica invece delle pantofole. La suola delle pantofole non è sicura e può non aderire al pavimento, fanno scivolare la persona. Le scarpe da ginnastica sono più indicate per quando si sta in casa al posto della pantofole che sono invece pericolose.