Vuoi lavorare con i bambini? Con il corso CEF puoi diventare assistente dell’infanzia professionale

Ci sono persone che hanno un talento naturale per qualcosa. C’è chi sa cucinare, chi ha talento per l’arte, e chi si trova particolarmente bene con i bambini. Per molte persone questa è, e rimane, una passione, perché non tutti pensano che potrebbe anche diventare un lavoro. E, soprattutto, molte persone che hanno abbandonato, per svariati motivi, gli studi, pensano che ormai la strada del lavoro con i bambini sia per loro preclusa per sempre.

Invece non è affatto così: nella vita non è mai troppo tardi per fare ciò che piace ed appassiona, e per chi vuol diventare un assistente dell’infanzia professionale, avendo un diploma riconosciuto da un centro di formazione, è possibile frequentare dei corsi per assistente all’infanzia. Si tratta di corsi professionalizzanti che vanno ad aggiungere al talento che già la persona ha con i bambini una serie di nozioni molto importanti per chi vuole lavorare a loro contatto.

Cosa si impara nel corso formativo CEF?

Nel corso formativo vengono affrontati tutti gli argomenti di natura psicologica, medica e igienica riguardanti l’infanzia, così da aiutare le persone ad avere una preparazione completa riguardo alle problematiche infantili e formarle per lavorare a contatto con i più piccoli, per un’età compresa tra 0 e 6 anni. Tra gli argomenti trattati nel corso possiamo trovare:

  • L’individuazione dei bisogni del bambino, anche di quelli che non sono manifestati verbalmente, e la loro soddisfazione;
  • La prevenzione e l’eliminazione delle situazioni di rischio, sia fisico che psicologico, che potrebbero riguardare i bambini;
  • La cooperazione con i bambini e la cooperazione con altri professionisti che si occupano di loro (insegnanti, allenatori, istruttori, altri assistenti dell’infanzia);
  • Una parte relativa allo sviluppo del bambino, relativa sia alla parte fisica (motoria, soprattutto) che a quella psicologica e mentale;
  • I disturbi dello sviluppo e come trattare con bambini che possono avere difetti di questo genere;
  • Una panoramica delle malattie infettive e delle vaccinazioni che vengono effettuate durante l’infanzia: è importante conoscerle per sicurezza personale (alcune malattie dei bambini si possono trasmettere agli adulti), nonché per la sicurezza degli altri bambini;
  • Il primo soccorso ai bambini nella totale sicurezza.

Il corso è strutturato in una serie di unità formative, e si conclude con un esame al superamento del quale viene rilasciato un diploma, che può essere fornito nella ricerca di un impiego a contatto con i bambini.

Quali sbocchi professionali per il corso di assistente all’infanzia?

Tra gli sbocchi professionali che possiamo trovare in questo corso ci sono tutte le professioni dove si richiede una persona specializzata per stare a contatto con i bambini; sono esclusi gli impieghi pubblici, almeno quelli ufficiali (insegnanti della scuola primaria) ma sono incluse tutte le strutture private e i ruoli assistenziali nel pubblico.

Tra questi possiamo trovare:

  • Gli asili nido o situazioni equiparabili (assistenza domestica ai bambini, baby-sitting professionale);
  • I centri sportivi per bambini, dove sono presenti gruppi, per affiancare insegnanti e istruttori aiutando a gestire i bambini;
  • Le scuole d’infanzia private;
  • Le cliniche pediatriche private e le cliniche specializzate in assistenza ai bambini con problemi di sviluppo o di movimento;
  • I centri estivi, o i doposcuola, in cui siano presenti dei bambini.

In generale, c’è bisogno di assistenti per l’infanzia ovunque siano presenti gruppi di bambini che possono aver bisogno di assistenza: spesso non c’è bisogno di un insegnante o un istruttore specializzato, e proprio in questi casi si ricorre agli assistenti all’infanzia.