Usare bene il condizionatore: 3 consigli pratici

Il getto d’aria da direzionare

Per usare bene il condizionatore senza avere fastidiosi problemi è di fondamentale importanza direzionare nella maniera migliore il getto di aria fredda che esce dall’apparecchio. Il condizionatore emette n flusso di aria che è stata rinfrescata per creare un microclima che vi dia sollievo dal caldo. Il getto di aria addosso potrebbe sembrare piacevole in un primo momento ma è, invece, molto pericoloso per la salute. Il getto d’aira che vi colpisce il corpo potrebbe creare crampi allo stomaco e anche contratture muscolari, infatti è molto frequente avere il torcicollo se si usa male il condizionatore. Il flusso di aria va direzionato in modo da non colpire nessuno. Il tecnico della ditta di manutenzione e Assistenza Condizionatori Roma consiglia sempre di mettere l’apparecchio in una parte della casa dove non passate molte ore, come può essere il corridoio o l’entrata.

I filtri dell’aria da cambiare

Le parti interne del vostro condizionatore o climatizzatore sono soggette a una certa usura perciò ricordate di far intervenire con regolarità una buona ditta di manutenzione e Assistenza Condizionatori Roma, soprattutto prima dell’inizio della stagione per assicurarvi del corretto funzionamento. Una parte del condizionatore che va cambiata spesso sono i filtri dell’aria che puliscono il geto di aria prelevato dal fuori da polveri e altre particelle. Nei filtri dell’aria si viene a formare un ambiente favorevole per la proliferazione di un pericoloso batterio: quello della legionella. I filtri vanno sostituiti almeno ogni 6 mesi per evitare il contagio.

La temperatura da impostare

Per usare bene il condizionare e non avere nessun problema imparate a impostare bene il termostato. Per farlo vi basterà prendere un termometro e metterlo fuori dalla finestra, possibilmente non alla luce diretta dal sole. Dopo un paio di minuti, potrete leggere la temperatura esterna. Per impostare il termostato del vostro climatizzatore o condizionatore, sottraete al valore rilevato a 3- 4 gradi che sono sufficienti per avere sollievo dal caldo. Se impostate una temperatura troppo bassa, avrete uno sbalzo di temperatura tra dentro e fuori che potrebbe far sorgere sindromi da raffreddamento.