Tutte le ragioni per scegliere un cardiofrequenzimetro senza fascia

Un cardiofrequenzimetro senza fascia è un dispositivo per gli allenamenti che, come qualsiasi cardiofrequenzimetro “tradizionale”, permette di misurare la frequenza cardiaca, il ritmo respiratorio e altri parametri simili, ma di farlo in tutta comodità e facendo a meno di quella benda intorno al torace che può rivelarsi così scomoda in tante occasioni.

 

Cardiofrequenzimetro senza fascia: com’è fatto? perché sceglierlo?

Grazie a una tecnologia sempre più moderna e “indossabile”, infatti, anche i sensori di un cardiofrequenzimetro possono essere contenuti oggi semplicemente nel braccialetto da indossare al polso o, più in genere, nei supporti di quelli da portare al braccio o su altre zone del corpo. Particolari software sviluppati ad hoc fanno poi in modo che i dati raccolti dai sensori possano essere elaborati e fornire parametri più consistenti e “robusti”, di particolare utilità a chi voglia meglio strutturare i suoi allenamenti e non solo.

 

Al contrario di quanto si può pensare, infatti, ci sono tante ragioni per cui si può dover indossare un cardiofrequenzimetro: perché si hanno problemi di pressione o malattie cardiache e si vuole monitorare, in generale, il proprio stato di salute o perché si sta affrontando una gravidanza difficile, per esempio. Non in tutti i casi ci si può permettere, però, di portare addosso la classica fascia di un dispositivo di questo tipo: un cardiofrequenzimetro senza fascia può rappresentare, così, una scelta ottimale in molte occasioni.

 

Tanto più se si considera che, rinunciando alla banda toracica, si riescono ad aggirare problemi non indifferenti: se almeno una volta vi è capitato di tornare a casa con una fastidiose irritazione al petto dopo il vostro allenamento cardio, avrete di certo in mente ciò di cui si sta parlando. Le fasce di un cardiofrequenzimetro normale, infatti, possono creare arrossamenti e rush cutanei a causa del continuo sfregamento sulla pelle e, in qualche caso, possono ostacolare i movimenti. Senza contare che, soprattutto con i primi caldi, fanno sudare di più e possono rendere non piacevole l’allenamento. Se state cercando un rimedio a tutto questo, insomma, non vi resta che scegliere il cardiofrequenzimetro senza fascia che fa al caso vostro.