Santiago de Compostela

Il cammino per giungere a Santiago de Compostela racchiude un significato di vita speciale, è un’esperienza unica, mistica che ogni viaggiatore dovrebbe fare almeno una volta nella sua vita, che mette a dura prova non solo la fede, ma anche il fisico.

Nel IX° secolo in seguito alla scoperta della tomba di San Giacomo, uno degli apostoli di Gesù, Santiago de Compostela è diventata la terza città santa della cristianità, dopo Gerusalemme e Roma.

D’allora masse di pellegrini si cimentano in questa colossale avventura, tanto da diventare un fenomeno mondiale, si possono incontrare persone provenienti da ogni angolo del mondo, un gran numero sia di credenti che no, tutti con un unico scopo, quello di mettersi alla prova, riscoprire aspetti sconosciuti del proprio io, per ritrovare la natura dell’uomo, della loro anima e del proprio cuore.

Altri guidati dalla speranza di un evento positivo, come una guarigione, altri solo per ringraziare per una grazia ricevuta, ma anche per chiedere la forza di sopportare una grave situazione o un recente lutto.

Il tempo di percorrenza varia naturalmente dal luogo da cui si parte, ma solitamente iniziando dalla Francia si impiega circa un mese, certo periodo che varia in base al proprio ritmo, normalmente si possono percorrere dai 20 ai 30 Km al giorno non si parla di una gara, ma di un percorso nella natura per pregare o meditare mentre si procede.

Non serve un costoso equipaggiamento, ma solo lo stretto necessario per affrontare le intemperie del giorno e soprattutto quelle della notte, visto che la si trascorre all’aperto. Durante il viaggio molte persone pregano e recitano il rosario, se ti stai chiedendo quale rosario scegliere ti consigliamo di portare un rosario leggero e pratico da portare, perchè le ore di cammino sono tante e bisogna portarsi il minimo indispensabile.

Al termine di questo lungo viaggio si giunge davanti al Santuario di Santiago de Compostela, che sorge sul luogo del ritrovamento delle spoglie. Qui bisognerà assolutamente acquistare un regalo cattolico (e non) così che, guardandolo, si ricorderà per sempre della grande impresa compiuta.