Perché  a Natale si fanno regali?

Perché  a Natale si fanno regali?

A Natale, ci siamo tutti abituati a scambiarci regali! E’ l’occasione per riunirsi in famiglia intorno ad un albero  decorato e divertirsi. Ma da dove viene questa tradizione? Non è solo commerciale come alcuni pensano! Cerchiamo di capire insieme perché ci stiamo facendo i regali di Natale.

Questa usanza è collegata comunque alla religione. Beh in fondo è anche abbastanza logico, infondo si tratta di una festa religiosa! 

Vediamo nel dettaglio. Il giorno della nascita del Bambino Gesù, il 25 dicembre, i tre saggi più famosi: Gaspar, Balthazar e Melchior, arrivano alla capanna portando dei doni: oro, incenso e mirra (gomma di resina aromatica fornita dall’albero del balsamo). 

Ognuno saggio rappresentava ciò che Cristo sarebbe diventato: oro – il re; incenso – un grande predicatore; mirra – guaritore e martire. 

Ma c’è anche una tradizione molto antica, che affonda le sue origini nei tempi degli antichi romani per cui, durante le celebrazioni dei Saturnali, le festività in onore di Saturno, dio dell’agricoltura, dal 17 al 24 Dicembre, ci si scambiavano come dono i Lari, ovvero delle statuette rappresentanti i defunti oppure dei ramoscelli di alloro e di vischio.

E’ solo nel Medioevo, che è divenuta una tradizione popolare, in diversi paesi europei i si è iniziato a fare dei piccoli regali ai bambini perché fosse associata la nascita di Gesù a un momento di gioia per un bambino.

Ecco perché offriamo regali a Natale, è una tradizione oggi ancora molto forte. Tuttavia, molte persone la criticano anche per essere diventata nel tempo troppo commerciale.

Rimanendo in tema natalizio, non possiamo non accennare alle idee regalo per Natale: ecco una carrellata di regali perfetti per Natale!