Orologio uomo: i metalli a disposizione e la loro manutenzione

Un orologio da uomo può avere la cassa ed il cinturino in diversi materiali, combinati fra loro o usati come materiale unico. Indipendentemente dal tipo di orologio, periodicamente diventa necessaria la manutenzione dello stesso, ovvero la pulizia dell’orologio. La pelle, la polvere, i vestiti sono solo alcuni dei fattori che possono rendere l’orologio opaco, vecchio e obsoleto, anche se in realtà non lo è. Un orologio sporco e trasandato perde totalmente la sua eleganza, rischiando di rovinare anche l’outfit più ricercato. Ridare nuova vita ad un orologio comunque è possibile, utilizzando gli strumenti giusti in base al tipo di materiale dell’ orologio uomo.

Gestire gli orologi in acciaio, alluminio e titanio

Gli orologi in acciaio sono di solito apparecchi durevoli. Da una parte questo materiale permette di avere per moltissimi anni un orologio integro e funzionante. Dall’altra però bisogna essere consapevoli del fatto che si tratta di un materiale che ha bisogno di una manutenzione di pulizia più frequente rispetto ad altri. Per mantenere l’acciaio luminoso, esso va passato periodicamente con un panno in microfibra o anche semplicemente con le mani.

La componente umida della pelle sarà sufficiente a lucidare l’acciaio, in alternativa si possono altrimenti usare prodotti specifici. Un’alternativa economica può anche essere quella di utilizzare acqua tiepida con del sapone neutro. Con uno spazzolino con setole morbide si possono poi togliere i residui fra le maglie. Un panno umido toglierà le tracce di sapone e un panno in microfibra gli donerà l’originaria lucentezza.

Per l’alluminio vale il medesimo discorso fatto per l’acciaio, salvo che si tratta di un materiale più vulnerabile ai graffi e all’ossidazione. Per questi orologi si consiglia quindi di sostituire il sapone neutro ad un pizzico di bicarbonato, tralasciando di utilizzare lo spazzolino. Per l’alluminio è anche importante l’asciugatura, che va fatta con cura per togliere gli aloni. Identico il processo da fare per gli orologi di titanio, utilizzando al posto di bicarbonato e sapone neutro, un detergente per vetri possibilmente con ammoniaca (spruzzare il prodotto su un panno e non sull’orologio direttamente).

Materiali preziosi

Gli orologi uomo in oro giallo, rosa, bianco sono molto preziosi e per questo vengono indossati in occasioni speciali. Anche se di solito vengono indossati solo nelle occasioni speciali e quindi rimangono chiusi nella custodia, anche questi necessitano di un’attenta pulizia. Anzi, la manutenzione, alla luce del loro valore, dovrebbe essere regolare. Per far tornare lucido un orologio d’oro è sufficiente passare la sua superficie con un panno inumidito in acqua tiepida, aggiungendovi qualche goccia di detergente neutro. Il segnatempo va asciugato con cura e attenzione. Lo stesso procedimento va fatto per gli orologi in platino.

Un orologio in argento ha un difetto proprio del materiale: tende a opacizzarsi e a scurirsi con facilità. Per mantenere il materiale lucido e brillante, sarà necessario occuparsi periodicamente della sua pulizia. Se l’orologio è waterproof, il consiglio è quello di immergerlo in acqua tiepida con qualche goccia di sapone neutro. Se invece non è subacqueo, sarà utile passarne la superficie con un panno inumidito della medesima soluzione liquida. Se vi sono fessure non raggiungibili con il panno, si può usare un cotton fioc per aiutarsi.