Fossa biologica: che requisiti deve rispettare e come si fa a tenerla pulita nel tempo

I paramenti da rispettare

La fossa biologica a norma deve rispettare alcuni principi in merito alla sua sistemazione. La vasca che raccoglie le acque di scarico della casa troppo lontana dalla rete fognaria, deve essere interrata ad almeno un metro di profondità e a un metro di distanza dalle case. La fossa biologica, al pari del pozzo nero, non deve mai esser messa sotto la casa perché la ditta deve potervi accedere in maniera comoda senza dover spaccare il rivestimento della cantina. La fossa biologica, se è di tipo Imhoff, deve rispettare anche un altro requisito, cioè deve trovarsi ad almeno 10 metri da fonti di acqua come sorgenti, pozzi o altro poiché questa tipologia rilascia l’acqua parzialmente depurata nel terreno e devono essere evitate contaminazioni.

Come tenerla pulita

Per tenere pulita una fossa biologica a norma gli accorgimenti da adottare sono pochi ma molto importanti al fine di non avere alcun tipo di problema, come gli sversamenti di acqua non pulita nel terreno circostante. Un accorgimento fondamentale è quello di chiamare una ditta specializzata per la pulizia, almeno una volta l’anno o tutte le volte che vien raggiunto il livello di guardia. Un’altra cosa fi fondamentale importanza è non introdurre nulla che possa alterare l’equilibrio batterico presente nel pozzo che consente una parziale depurazione. Oggetti estranei come pannolini, salviette, Cotton fioc, dischetti per il trucco, mozziconi di sigaretta, assorbenti etc. che, oltre a disturbare i batteri, possono determinare un più veloce riempimento della vasca che va svuotata più spesso. Inoltre, è importante non introdurre nello scarico prodotti per la pulizia e colle o vernici, i quali contengono sostanze chimiche. Una volta dentro al pozzo, le diverso stanze chimiche possono miscelarsi tra loro a dare vita a reazioni inaspettate che producono schiume, fumi e altri miasmi che riempiono il pozzo e risalgono i tubi, creando cattivi odori in casa. Le razioni chimiche potrebbero anche uccidere tutti i batteri benevoli.