Dove avviene il decesso: in una struttura ospedaliera o in ospedale

Questa è una brevissima guida che ti indica come comportarti e che cosa bisogna fare nel caso in cui un tuo caro muoia. I casi sono due, poiché il tuo famigliare può trovarsi o in una struttura ospedaliera oppure in casa.

In ospedale

Il decesso può avvenire in ospedale, in una clinica, oppure in una casa di riposo. In questo caso, le incombenze burocratiche per la famiglia sono davvero minime, poiché di tutto quanto si occupa l’ospedale stesso. Per prima cosa, il personale chiama il medico di famiglia che deve certificare l’avvenuto decesso compilando dei documenti che porta l’agenzia di onoranze funebri Milano. Le pompe funebri prendono la salma del defunto per il funerale, che può essere di tipo religioso oppure civile. Quest’ultimo è pur sempre un funerale e la cassa viene ugualmente messa nel cimitero che è comunale e non della chiesa. I costi relativi al funerale sono ovviamente tutti a carico della famiglia e non della struttura ospedaliera.

In casa

Se, invece, il decesso avviene in casa, sono i familiari del defunto che devono occuparsi di tutte le incombenze burocratiche che si devono sbrigare prima dei funerali. La prima cosa da fare dopo un decesso è chiamare il medico di famiglia e l’agenzia di onoranze funebri Milano. Quest’ultima ha dei documenti che il medico deve firmare per confermare l’avvenuto decesso. È sempre meglio prendere degli accordi con l’agenzia di pompe funebri per non trovarsi impreparati in caso di decesso. Le pompe funebri hanno con sé un modulo Istat ce non è necessario chiamare la guardia medica o il 118 quando c’è un decesso poiché la firma sul modulo deve essere del medico di famiglia. È bene farsi spiegare dal medico di famiglia qual è la procedura esatta che si deve seguire nel caso di un decesso in casa per non farsi trovare impreparati, soprattutto quando in casa c’è un anziano con diversi problemi di salute o molto avanti con l’età.