Come sono fatte le porte interne? I materiali più usati e diffusi

Il legno

Le porte da interno Roma sono realizzate in legno la maggior parte delle volte per diversi motivi. Il legno è un prodotto di origine naturale grazie alla sua naturalezza i disegni che le venature ei nodi formano molto bello da vedere, sempre diverso e dona calore a tutta la stanza, anche se si tratta della più anonima che ci sia. Il legno può essere di diversi colori in base all’essenza che si sceglie ma lo svantaggio è che si tratta di un’alternativa un po’ costosa che richiede un certo investimento.

In laminato

Una soluzione alternativa alle porte in legno è il laminato. Invece di utilizzare i legni più nobili per le porte da interno Roma si usa un legno base per creare l’anima della porta. Il rivestimmo poi viene realizzato con un materiale vinilico che ha il vantaggio di essere stampabile affinché sia possibile riprodurre diversi colori ed effetti. In tale maniera, le porte in laminato hanno anch’esse un’ottima estetica per poterle affiancare ad ogni tipo di arredo e creare lo stile che si desidera. Un altro vantaggio di queste porte in laminato riguarda il loro prezzo che è molto inferiore a quello delle porte in legno.

Di vetro

Un altro materiale che si può usare per realizzare le porte interne è il vetro, che deve essere multistrato perché sia infrangibile. Le porte sono infatti soggette a diverse sollecitazioni e una lastra singola potrebbe infrangersi. Le porte in vetro sono una soluzione bella da vedere che può essere del tutto trasparente o anche opaco. È possibile, inoltre, creare delle porte con dei giochi tra opaco e trasparente. Il vetro però è meglio usarlo solo per una porta perché tutte le porte da interno Roma in vetro potrebbe essere un insieme troppo pesante.

Diversi materiali

Infine, le porte possono essere anche realizzate con un mix di materiali: vetro e legno / laminato. Si tratta di porte decorate che hanno delle finestrelle realizzate con il vetro per un effetto rustico, adatto soprattutto per l’ingresso della cucina, della sala o anche del bagno.