4 tipi di acqua in base al contenuto di residuo fisso

Sull’etichetta delle acque minerali che trovate al supermercato è sempre indicato, tra gli altri valori, il residuo fisso ma che cos’è e che tipi di acque minerali ci sono in base a questo valore?

Il residuo fisso: che cos’è ?

Il residuo fisso è un valore che è espresso in milligrammi per litro e si indica con la sigla mg/l. Il residuo fisso indica la quantità di sali minerali che restano dopo aver fatto evaporare un litro d’acqua minerale a 180° C. Basta leggere l’etichetta per scoprire il residuo fisso che no è un valore allarmante ma indica solo la quantità di sali minerali e, come vedrete di seguito, è importante saperlo per una serie di motivi. A seconda del valore del residuo fisso, potete avere 4 tipi di acqua minerale.

Se l’acqua minerale ha un valore di residuo fisso inferiore a 50 mg/l significa che avere un’acqua cosiddetta minimamente mineralizzata. Il contenuto di sali minerali è davvero molto scarso in questo tipo d’acqua minerale e perciò va preferita solo in alcuni casi. I sali minerali sono importanti per l’attività del corpo e l’acqua minerale e quindi questo genere di acqua minerale non è indicata per tutti i giorni. Sono indicate per i neonati soprattutto perché sono altamente digeribili, grazie alla scarsa presenza di sali minerali. Anche per chi è a dieta è bene bere quest’acqua che è molto leggera e facile da bere, anche per gli anziani che spesso non hanno lo stimolo della sete.

Se il residuo fisso dell’acqua minerale è compreso tra 50 e 500 mg/l avrete un’acqua oligominerale che ha parecchi benefici poiché garantisce un corretto apporto di sali minerali all’organismo. L’acqua oligominerale disseta e è perfetta per tutta la famiglia, infatti la potete mettere a tavolo tutti i giorni. Attualmente questa è la categoria di acqua minerale più presente in commercio, basti pensare che il 50% delle acque presenti negli scaffali del supermercato è oligominerale.

Quando il residuo fisso è compreso tra 500 e 1500 mg/l significa che è presente un buon contenuto di sali minerali. Questo tipo di acqua è definita come medio minerale e potete farne uso anche dopo lo sport e l’attività fisica. Questo tipo di acqua minerale contiene più sali minerali che aiutano a farvi recuperare dopo l’allenamento, durante il quale, tramite la sudorazione, si predono molti liquidi e sali. L’acqua medio minerale è indicata anche nei soggetti anziani che hanno bisogno di un maggiore apporto si sali minerali per contrastare l’invecchiamento. Anche durante la stagione estiva p meglio preferire un’acqua minerale con un’importante presenza di sali minerali per reidratarsi e riportare a livelli normali i sali minerali persi con  il sudore.

Acqua minerale terapeutica

Infine, le acque minerali ricche di minerali si contraddistinguono per avere un residuo fisso superiore a 1500 mg/l. questo tipo di acqua minerale è definita anche come terapeutiche, poiché è prescritta dal medico curante in presenza di determinati problemi di salute. Per questo tipo di acqua minerale, il consiglio è di non abusarne e di non berla per lunghi periodi di tempo ma solo per periodi limitati e in quantità limitata.